COME VIENE DIAGNOSTICATA LA MCS?

La diagnosi avviene dopo valutazione clinica, attraverso un esame obiettivo delle neurodistonie, delle alterazioni neurologice, posturali ecc.  I medici diagnosticano la MCS attraverso la storia del paziente e determinano se i sintomi di una persona vanno e vengono in risposta a esposizioni chimiche. Dopo la valutazione clinica è possibile eseguire esami ematochimici e molecolari per studiare il metabolismo, rilevare o escludere eventuali patologie, personalizzare la terapia. le indagini strumentali possibili, sempre su espressa richiesta medica e su specifiche motivazioni, sono diverse dalla spirometria alla Spect encefalo, alla polisonnografia, alle ecografie tutte permettono di evidenziare eventuali alterazioni anatomiche e/o funzionali dei pazienti, oggettivando la patologia.

 

COME VIENE CURATA LA MCS?

Tra i trattamenti disponibili vi sono l’integrazione nutrizionale e le terapie disintossicanti e desensibilizzanti. I trattamenti più appropriati per ogni paziente devono essere prescritti da un medico esperto di  MCS. La terapia deve essere assolutamente personalizzata, sebbene i principi siano simili. In rarissimi casi (pazienti gravemente compromessi per gravi reazioni immunologiche, angioedemi intrattabili, reazione allergiche a alimenti) si prescrivono terapie desensibilizzanti.

Le persone con MCS riferiscono che il trattamento più utile è quello di evitare l'esposizione a sostanze chimiche, alimenti e farmaci che scatenano i sintomi. Un buon punto di partenza è quello di creare una stanza "sicura" nella propria casa rendendola il più possibile priva di sostanze chimiche. 

 

COME CREARE UN AMBIENTE PIU’ SANO

Ridurre l'esposizione alle sostanze chimiche migliora la salute delle persone con MCS, anche se una buona qualità dell'aria aiuta a migliorare la salute di tutti.

Questi di seguito sono dei modi per creare un ambiente più sano: 

• Evitare i pesticidi, utilizzare la gestione integrata dei parassiti meno tossici (IPM) 

• Evitare gli edifici di nuova costruzione o ristrutturati, o utilizzare materiali meno tossici 

• Evitare vernici a base di solventi

• Evitare tappeti nuovi

• Evitare benzina, solventi, lavaggio a secco e fumi di catrame 

• Evitare il fumo di tabacco e lo scarico dei veicoli

• Utilizzare prodotti igienizzanti meno tossici, naturali e inodori

• Evitare profumi, acqua di colonia e prodotti per la cura personale profumati

• Evitare profumatori per l’ambiente, incenso e dispositivi che emettono profumo

• Utilizzare riscaldamento elettrico o radiante

• Aprire le finestre, ventilare gli edifici con aria fresca e pulita e/o utilizzare filtri dell'aria a camera portatile.